Home only my life cesspool of history old baroque gallery of gianberra baroque mask pederobba-covolo di piave

 

pederobba-covolo di piave

Scarica gratis il libro di Gian Berra che racconta della vecchia ostaria da Rafael a Pederobba, Covolo di Piave

http://www.scribd.com/baroque2/d/28802052-Pederobba-Osteria-Da-Rafael-Gian-Berra-2010

Ecco che Gian Berra racconta con una passeggiata poetica i ricordi e la storia di un piccolo ma grande simbolo delle nostre radici.

Un simbolo prezioso ma ignorato da molti. Un esempio dell'ignoranza dei veneti per le loro radici.

Un simbolo distrutto per sempre.

Gian Berra hippie nel 1973

Pederobba Osteria da Rafael, Covolo di Piave

Ho scritto questo piccolo libro per ricordare una radice strappata per sempre.

 

http://www.scribd.com/baroque2/d/28802052-Pederobba-Osteria-Da-Rafael-Gian-Berra-2010

 


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Erano gli anni '80. Forse il 1984, quando passeggiavo con Paolo, il mio figlio più giovane. Andavamo a trovare i nonni in via Colet. E quei muri storti mi richiamavano come un territorio misterioso. Così conobbi "Rafael" e la sua osteria... Gian Berra.

 

 


Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Il colore dei ricordi aiuta anche a risvegliare le emozioni migliori e sperare di riviverle come sensazioni. per questo insisto a riproporre questo piccolo tesoro che nessuni vede. ma a cosa serve? Un popolo così derelitto come i veneti non sa nemmeno da dove viene e non se ne preoccupa. Non ha nulla da insegnare ai suoi figli?


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Questo è un piccolo dipinto degli anni '80 rimasto incompiuto come lo stimolo che in quel momento se ne andava distratto da tanti impegni. Gian Berra


 

 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Davvero la cosa era vera: era primavera a metà degli anni duemila le radici di un simbolo di vita se ne vanno per sempre e nessuno se ne accorge o si chiede perché. Povera quella gente che ha il cuore vuoto e arido per ignoranza e paura. Gian Berra


 

 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

L'indifferenza non può nascondere la vergogna. Non ci sono scusanti e ora che sta per avvenire l'orrore quanto sforzo per nascondere l'impotenza di un popolo che vive di paura non espressa. Gian Berra


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Rimangono solo sassi, travi e coppi raccolti con ingordigia. Solo ciò vale. Il resto era solo immondizia. L'osteria di Rafael diventa ricordo e col tempo tutti faranno finta che non ci fosse mai stata. Contenti di guardare al futuro con speranza senza scopo in nulla se non nei soldi guadagnati. Mi immagino il ringhio del furbo che si congratula con sé stesso e dorme tranquillo.

Gian Berra

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Basta anche una nevicata a rubare l'attenzione e rivelare un orizzonte mai ideato prima. Era giaà qualche anno che Rafael era morto e la sua osteria era silenziosa e deserta.

Gian Berra


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

La bianchina bianca di Rafael era sempre sul piazzale. Lui la usava anche per portare le bombole del gas a tutta la frazione delle Barche di Covolo di Piave. Rafael non si lamentava mai di nulla: nemmeno quella volta che gli fecero chiudere l'attività perché non era "in regola" con le norme comunali. Le regole le fanno quelli che non lavorano...diceva lui. Ma non se la prese per niente. Non ne valeva la pena per la gente.


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Osteria da Rafael con i colori del ricordo. Ma a cosa serve indicare il bello a chi vive nel brutto e non se ne accorge? Che razza di gente a generato l'ignoranza?


Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Ho dipinto questo quadro nel 1984 e tuttore lo conservo con affetto. Gian Berra


 

 

 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Ecco i giorni dell'ira. Quando ci si preparava alla distruzione dell'osteria di Rafael sono rimasto con tanto freddo nel cuore e mi domandavo: E' vero? Gian Berra.


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

come si distrugge un'anima? basta smembrarla come una carcassa e non pensarci più. Gian Berra


 

Osteria da Rafael, Covolo di Piave, Pederobba-Treviso

Per qunato abbia pregato il cielo nessun angelo è venuto in soccorso di un popolo che crede in tutto fuorché in sè stesso. Che futuro per i suoi figli?